San Giuseppe da Copertino

2002, terracotta dipinta, h 158 cm
Monastero di Santa Speranza, San Benedetto del Tronto - AP

Giuseppe da Copertino (1603-1663), soprannominato Fratel Asino per la sua incapacità di adoperare le mani e per la sua ignoranza. Ma era un asino capace di compiere miracoli straordinari, di volare in cielo durante le estasi e di comunicare con gli animali. La scultura lo coglie nell’attimo in cui volge altrove lo sguardo, come rapito dalla chiamata del Signore, mentre con enorme difficoltà (come dimostra la mano, che in maniera infantile segna il verso) sta leggendo un passo del Vangelo.

Sample opera
Paolo Annibali
Bg {/exp:weblog:entries}